Lettera della Comunità Valpolcevera dal 2030


Cara Comunità,
quanta strada abbiamo fatto!! Col buono e col cattivo tempo abbiamo superato i 60 anni di vita!
Perdonaci i sentimentalismi ma vogliamo esprimerti il nostro affetto e la riconoscenza per quello che sei diventata e il nostro orgoglio di far parte di questa Comunità.
Sei una realtà fortemente radicata, presente sul territorio nel quale viviamo, ma soprattutto sei formata da uomini e donne che credono nella realizzazione nel progetto dell’educazione permanente.
Oggi sei un presente vivo nella misura in cui, in questi dieci anni, siamo riusciti a coinvolgere nuovi adulti, provenienti o no da precedenti esperienze di scoutismo, testimoniando i valori della fede cristiana, della solidarietà, del servizio verso gli altri e dell’amore per il Creato.
Nel tempo in cui scriviamo, abbiamo dovuto affrontare un evento che ha segnato un’epoca: la pandemia da Covid-19 che ci ha tenuti in scacco tra il 2020 e il 2021. Siamo rasserenati di vedere come questa difficoltà che abbiamo vissuto ci abbia reso più consapevoli che tutto è interconnesso e che dobbiamo aver più cura della “casa comune”, come già anticipava Papa Francesco nella sua “Laudato Sii” del 2015, anno in cui anche l’ONU delineava gli obiettivi dell’Agenda 2030. Anche noi abbiamo voluto impegnarci a dare il nostro piccolo contributo per il loro raggiungimento!
Pensa cosa vuol dire essere, per quasi due anni, limitati nelle comunicazioni, negli incontri personali e nelle manifestazioni di affetto! Ricordiamo ancora le riunioni su Zoom; erano un po’ fredde e molto meno coinvolgenti di quelle in presenza, ma ci hanno comunque permesso di continuare l’attività e tenere unità la Comunità. Per non parlare poi dei contatti WhatsApp e delle attività lanciate tramite la “Baita virtuale”. All’inizio a molti di noi sembrava impossibile poterci vedere solo tramite il pc (effettivamente eravamo molto meno preparati dei nostri ragazzi!). Però ce l’abbiamo fatta!
Zoom è rimasto un po’ nelle nostre corde e ancora oggi a volte viene usato per qualche riunione di gruppo.
Ma ora parliamo un po’ di noi: siamo tutti un po’ più vecchi, l’età media della comunità cresce, sebbene con moderazione.
La forte spinta profetica di alcuni per la cura delle relazioni ha giovato alla Comunità che periodicamente vede affacciarsi alla porta amici nuovi che poi tendenzialmente rimangono invischiati dal nostro modo di stare insieme. Qualcuno di loro (seppur non molti) ha deciso di lanciasi nell’avventura dello scoutismo adulto, qualcuno preferisce il ruolo di “simpatizzante”. Ognuno comunque ci porta novità e ci arricchisce. Siamo felici di aver contribuito a far convivere insieme età diverse, questa è sempre stata una caratteristica importante della nostra Comunità e speriamo che anche le generazioni future di adulti scout valpolceveraschi ne abbiano cura.

Giugno 2030.