Verbale dell’Assemblea regionale

Domenica 4 luglio 2021 – presso Associazione Don Lino ai Broxi

Il S.R. Mauro Caputo comunica che l’assemblea è valida in quanto sono presenti 15 comunità su 19 e 169 adulti scout, di persona e con delega.

Propone Alessandro Bavassano Presidente dell’Assemblea e Paola Viglienzone Segretaria, e come commissione elettorale Pepi Pedemonte coadiuvato da Alba Benedetto, M. Pia Profumo e Gianfranco Bisso.  La proposta viene accolta all’unanimità.

Massimiliano Costa in qualità di Presidente Nazionale ringrazia Mauro per questi sei anni di servizio in cui ha dato equilibrio, motivazioni e prospettiva al Masci ligure, facendolo crescere. È importante in questo momento di svolta far sì che il movimento riprenda con vigore e intenzionalità educativa il cammino e sia significativo ed attrattivo in una dinamica di adultità.

Il Sinodo dei Magister a settembre ci aiuterà ad andare in questa direzione; noi siamo operai della vigna, il Padrone ci darà la forza per essere bravi operai!

Alessandro Bavassano riporta i saluti di Lorenzo e Anna, responsabili regionali AGESCI e di Anita Venturi Presidente del Centro Studi Mario Mazza, di cui legge il messaggio. Vengono presentate le candidature e invitati a farsi conoscere i candidati che hanno dato disponibilità.

Oreste Simoncini (comunità di Albenga), ha accettato l’invito di Mauro di dare continuità al C.E, si augura che tutti supportino e sopportino il lavoro che svolgerà

M. Luisa Cambiaso (comunità Valpolcevera) ha già dato una mano al C.E. e dà la disponibilità al servizio che le è stato richiesto

Lorenzo Sanguineti (comunità Tigullio) si rende disponibile per questo servizio per dare continuità al lavoro di Laura e proseguire sul solco tracciato dai “vecchi”

Paola Maccagno, candidata S.R. ringrazia per averle dato questa occasione, in particolare Mauro che ha accompagnato la nascita della loro comunità di Quarto, fortemente voluta da lei. Ha iniziato con l’AGI, poi con l’AGESCI, ha continuato il cammino scout come responsabile nazionale di branca R/S, ritrova nel MASCI lo spirito della branca R/S, strada-comunità-servizio. È logopedista, lavora in ASL3 e insegna all’Università.

Alle 10.30 vengono aperti i seggi.

Viene lette la relazione del Comitato Esecutivo uscente, preceduta da una premessa di Mauro sull’esperienza dei suoi sei anni di segretariato.

Alessandro Bavassano ricorda che non dobbiamo votare la relazione, ma prenderne atto, aggiungere eventuali osservazioni, impressioni personali, suggerimenti, si apre quindi il dibattito.

Antonello Tabbò ringrazia coloro che hanno condotto questi anni, la relazione mostra l’intensa attività svolta e che le cose si possono fare e fare bene.  Molti iscritti arrivano dall’attività associazionistica e questo deve aiutarci ad avere un’ancora di riferimento a cui rimanere attaccati, dobbiamo però essere pronti ad andare verso il mare aperto per costruire il Masci del futuro

Alberto Fenucci ringrazia chi c’è stato e chi verrà. Riporta un’idea cara a Sergio Zannini: il Masci deve farsi riconoscere attraverso lo scoutismo. Importante la relazione dei capi AGESCI e anche del Masci con i genitori per prospettare un loro possibile ingresso

Marco Pinna ringrazia per questo splendido cammino, ricorda che dai festeggiamenti per il centenario è scoccata una scintilla, questa ha portato alla nascita della nuova comunità Sestri 2; sottolinea l’accoglienza e la comprensione trovata in Mauro C., Alessandro B., Guido V. e Giulio T.

Marisa Ferrua dice che ascoltando la relazione le sono venute in mente tante cose che hanno lasciato un segno nella comunità. Dove c’è confronto, testimonianza, voglia di crescere, lì c’è il Masci. Le parole SPERANZA e SILENZIO sono state importanti per la comunità nel primo periodo di pandemia. Albenga dona ad ogni comunità ligure un opuscolo con parole, frasi, emozioni che gli adulti scout   si sono comunicati in questi mesi particolari e che rivelano un po’ la loro identità.

Alessandro Bavassano   invita a ritirare il libretto di meditazioni e preghiere frutto della collaborazione di varie associazioni cattoliche fa cui il Masci. Fare rete è entrato nel nostro DNA.

Lauro ha allestito un banchetto con le produzioni del Masci (magliette ed altro) la cui vendita fornisce un contributo alle casse regionali.

Paolo Bressan dice che la nuova comunità di Quarto se è qui lo deve anche al prezioso contributo di Mauro ed Alessandro e al bel clima che si respira in questo movimento

Paola Carlini (comunità Genova Quarto) condivide l’esperienza del campetto di comunità da poco concluso a S. Anna di Valdieri, con significativi momenti di crescita, strada, comunità. Ringrazia Mauro per il servizio all’hub della Fiera del mare.

Paola Caputo invita a far servizio all’hub perché nel periodo estivo ci sono maggiori problemi di presenza. Sottolinea che Mauro è uomo di relazioni e mediazioni, se si creano alleanze è meglio e più fruttuoso, il Masci ad es. fa parte del Tavolo Giustizia e Solidarietà. L’unione fa la forza, in questa direzione si deve proseguire anche in futuro.

Vittorio Mastrorilli ringrazia la comunità di Pietra L. che lo ha aiutato a proseguire il cammino nel Masci. Sottolinea come il servizio della comunità per il mercatino dell’usato sia un bel modo di stare insieme, raccogliere fondi e fare del bene

Alessandro Bavassano riassume gli ultimi 18 anni di segretariato: i primi 6 con Roberto Ursino che ha sognato e innovato un percorso, i suoi 6 successivi che hanno “ingegnerizzato” quel percorso e i 6 di Mauro che sono stati gli anni della saggezza, delle relazioni, della condivisione …un cammino davvero bello!

Informa che il C.N. ha avviato le procedure per la modifica dello Statuto del Masci, in modo da adeguarlo alla normativa sul terzo settore

Massimiliano Costa dà alcune informazioni e chiarimenti ed informa che il Masci ha valutato l’utilità di entrare nel terzo settore in quanto è un’opportunità per il movimento e ne ha esposto le motivazioni (vedi file allegato).

 L’assemblea nazionale straordinaria per l’approvazione di queste modifiche sarà il 15-16 gennaio 2022, il testo emendato è stato discusso e condiviso,1 9 regioni su 20 sono d’accordo ad entrare nel terzo settore

Mauro Caputo vuole ricordare tutte le persone che accanto al C.E. hanno collaborato in questi anni: il magister, don Franco Anfossi, Alessandro Bavassano, Massimiliano Costa, Giancarlo Lano, Pepi Pedemonte, Roberto Murari, M. Luisa Cambiaso, Guido Vinciguerra e Paola Caputo

Marco Pinna informa che le parrocchie di Ovada conferiscono tappi alla Emmerplast e con il ricavato forniscono un alimento ad alto potere nutritivo per i bambini malnutriti di una missione nel Burundi.

Alessandro Bavassano ricorda le varie tappe del progetto raccolta tappi e si augura che in un prossimo futuro possano essere individuate modalità che consentano la ripresa di questa attività.

Alberto Fenucci sostiene che la raccolta tappi è stata molto significativa per la sensibilizzazione dei ragazzi nelle scuole

Alessandra Rivella ringrazia del contributo all’associazione A.N.N.A.

Pepi Pedemonte comunica i risultati delle votazioni:

VOTANTI: 169   

PAOLA MACCAGNO :167 voti

M.LUISA CAMBIASO: 127 voti

LORENZO SANGUINETI :111 voti

ORESTE SIMONCINI :75 voti

SCHEDE ANNULLATE: 2

Il C.E. per i prossimi tre anni è così composto:

Segretario regionale: PAOLA MACCAGNO

Consiglieri regionali: MARIA LUISA CAMBIASO, LORENZO SANGUINETI, ORESTE SIMONCINI

Paola Maccagno ringrazia per la fiducia, Sarà difficile uguagliare Mauro, ma farà del suo meglio!!

M. Luisa Cambiaso dice che è molto bello che nel CE. ci siano rappresentanti del ponente e del levante della Liguria

Oreste Simoncini si augura di incrementare comunità in aree, come ad es. il savonese, con belle tradizioni scout e poche comunità Masci

Alle 12.40 il presidente dichiara conclusa l’Assemblea.

Firmato:

Il Presidente Alessandro Bavassano

La Segretaria Paola Viglienzone